Scuola - corsi -trucco - sposa - Roma

l trucco da sposa

Non esiste un trucco da sposa:
non stiamo negli anni 60 o 70 dove dobbiamo attenerci allo stile del momento. Attualmente è più facile trovare una sposa che, ad esempio, se sa di avere una pelle olivastra, vorrebbe somigliare alle sorelle Kardashian, o alla Ilary Blasi se è chiara. Comunque potrebbe richiedere il ‘trucco di carattere’, indicando altri personaggi. Come anche molte spose adorano il make-up che richiedono maggiormente alla nostra agenzia, quello arabico.
Un consiglio: va bene accontentarle ma.. iniziate con un trucco di abbellimento. Un bel makeup correttivo. Fate le foto, poi andate avanti nelle loro richieste.. facile che tornino indietro e valuteranno il trucco personalizzato!

Matrimonio a tema
Il trucco da sposa deve essere studiato anche in base al concept del matrimonio: un trucco figlia dei fiori se il matrimonio è in campagna e lo stile lo ricorda. Un trucco molto sofisticato e chic, se sarà il castello ad essere protagonista di questo Wedding day. Se il tema è vintage, ad esempio, naturalmente il Make-up dovrà ricordarlo.

Il trucco e il bouquet
Indispensabile abbinare i pigmenti al bouquet: immaginiamo dei fiori lilla oppure glicine o ciclamino. Molti truccatori, sbagliando, utilizzano il rosa pensando si somiglino. Perche’ è un colore difficile da trovare, bisogna ‘crearlo’ se non se ne dispone. (Nb quel colore che si trova per esempio nella nostra palette contouring ed è finalizzata ad illuminare le gote).

Il rosa è un colore caldo, ma basta una punta di blu al suo interno a creare un colore ibrido, che si avvicina al freddo. Il trucco dovrà avere le stesse nuance del bouquet oppure, se non ne avete disponibilità, vanno bene i toni freddi come il nero o la scala di grigi. Oppure si potranno mixare rosa e blu sul nero.

Se il bouquet è rosso, si ai colori caldi come marrone bronzo o sempre il neutro e vincente nero.

L’abito
Non è vero che la sposa non può abbronzarsi. Non troppo certo, ma un po’ di.. a meno che’ non viene scelto un bianco ghiaccio o bianco seta: nell’insuene la pelle sembrerà ancor più scura e sarà necessario cercare di illuminare con la tecnica strobing hi lightning, ma non amato dai fotografi.

Il trucco e le stagioni Facile! Cosa vi ricorda l’autunno? Foglie ramate? verde militare, ocra? Bene, andranno benissimo anche sul makeup! E così sarà per le altre stagioni.
Il trucco sposa di inverno vedrà bene l’effetto ghiaccio, il nero dai riflessi blu e il bianco perla, nero intenso con sovrapposizione di polvere di stelle. Ma anche labbra rosse che risaltano l’affascinante pallore invernale con l’effetto scolpito del contouring.

La primavera vedrà i colori tenui e caldi come il sole e i fiori che sbocciano con la brina delle fresche mattine, la quale si può ‘ricordare’ utilizzando l’etereo effetto della nostra polvere di stelle. Picchiettata sullo zigomo alto e avvicinata al rosato delle gote, effetto sarà più glamour, meno matt.

L’estate scalda e scurisce la pelle: il trucco avrà la necessità di considerare i colori più vivaci.

Scheda tecnica
Alla prova: munirsi di scheda tecnica, vi alleghiamo la nostra come esempio.
Scrivete tutti i passaggi, fate le foto dei vari steps e fate sempre pagare la prova.

Comportamento in prova
Consiglio di ‘distrarre’ eventuali accompagnatrici curiose della sposa. Con la visione di album fotografici, o coinvolgendole in consulenze di immagine personalizzate al fine di distrarle dai primi delicati passaggi del makeup, o almeno nello step iniziale.

Creare un ambiente profumato sarà apprezzato. Come anche mettere l’ amuchina nelle mani, detergere delicatamente la pelle della futura sposa con acqua di rose o acqua termale anche se già struccata.

Una immagine del ‘prima’ oltre che del ‘dopo’ la aiuterà a decidere se confermare la prova,